SolarSpots

Contatti

mariogatti@solarspots.net

webmaster@solarspots.net

(*) Da sempre appassionato di Astronomia e soprattutto di Fisica del Sole e delle stelle, Mario Gatti si è laureato in Fisica presso l'Università degli Studi di Milano con una tesi di Strutturistica Chimica Diffrattometrica ai Raggi X e Neutroni applicata ai conduttori ionici. E' stato Docente di Chimica e Fisica negli Istituti Tecnici dal 1983 al 1999. Dal 2006 opera presso l'ISIS (Istituto Secondario di Istruzione Superiore) di Bisuschio (Varese), come gestore e curatore del Laboratorio di Fisica. Dal mese di Settembre 2008 ha assunto la direzione tecnica del Progetto Astro.Net, con la realizzazione di un Osservatorio Solare che ha raggiunto nel Settembre 2010 l'obiettivo dell'accredito presso il SIDC di Bruxelles come stazione di osservazione delle macchie solari inserita in un network internazionale di meno di 100 Osservatori. Attualmente dirige l'Osservatorio, collabora con i Docenti nell'attività di training degli Studenti ed esegue regolari osservazioni della fotosfera con diversi strumenti, alcuni in dotazione all'Istituto ed altri da lui messi a disposizione dell'Osservatorio. Dal mese di Settembre 2010 è collaboratore del bimestrale di divulgazione astronomica "Meridiana", organo ufficiale della Società Astronomi Ticinesi e della Specola Solare Ticinese di Locarno Monti, sul quale vengono spesso pubblicati suoi articoli. Dal 1 Gennaio 2011 è inoltre membro del Comitato Direttivo dell'Associazione Specola Solare Ticinese (ASST), con la quale si è instaurato un cordiale e produttivo rapporto di collaborazione, utilissimo per lo svolgimento dell'attività dell'Osservatorio di Bisuschio. Dal mese di Agosto del 2014 è collaboratore ufficiale della sezione Sole del CAL (Centro Astronomico del Locarnese), per il quale partecipa a  incontri di divulgazione relativi al Sole presso la Specola Solare Ticinese. Inoltre, da Settembre 2014, ha iniziato un programma di collaborazione con il SIDC/SILSO di Bruxelles per il conteggio delle macchie solari con il metodo non ponderato (diverso da quello ponderato, detto anche di Waldmeier, da lui seguito nelle sue normali osservazioni), in seguito a quanto emerso dai Workshops tenutisi tra il 2011 ed il 2014 negli Stati Uniti ed in Europa, dai quali è emersa l'esigenza, da parte della comunità dei fisici solari, di procedere ad una rielaborazione del calcolo dei numeri di Wolf a partire dalle prime osservazioni dell'800 e proiettata nel futuro, in modo da garantire una maggior attendibilità nelle osservazione ed una una correlazione perfezionata tra quanto avvenuto nel passato e quello che succederà nell'ormai attuale terzo millennio.

 

Home Page